Cellulite? Combattila col Pilates

La cellulite è  l’inestetismo per eccellenza, il nemico di quasi tutte le donne, quello da vincere a tutti i costi. Si tratta di un problema di vastissima portata, ne soffrono 9 donne su 10, e assolutamente democratico dal momento in cui colpisce donne di ogni classe sociale e di ogni forma fisica. Tutte sappiamo che fattori genetici ed ormonali, cattive abitudini alimentari, fumo e stress sono fattori predisponenti la cellulite; tuttavia molte ignorano che la pelle a buccia d’arancia è in gran parte causata da problematiche posturali. Esiste infatti una relazione tra postura scorretta e  cellulite: in presenza di squilibri posturali, infatti, la microcircolazione periferica, specialmente agli arti inferiori,  si blocca e questo favorisce l’accumulo di grassi, stasi ed insufficienza venosa e linfatica. Ecco quindi che il pilates, correggendo le posture sbagliate, può risultare un’arma vincente nella fatidica lotta. Un altro aspetto cardine è quello relativo alla respirazione: l’ossigeno respirato è alla base di tutti i processi metabolici che avvengono nel nostro organismo; il Pilates, migliorando la consapevolezza e la qualità della respirazione, aumenta l’ossigenazione e di conseguenza il metabolismo di tutti i tessuti. Un ruolo cardine in questo meccanismo è svolto dal diaframma, il principale muscolo respiratorio, che separa la cavità toracica da quella addominopelvica e al cui interno scorrono vene, arterie e vasi linfatici. Un blocco diaframmatico ostacola questo scorrimento, al contrario un diaframma elastico garantisce una circolazione fluida ed ottimale.

Ma i benefici di questa disciplina sulla lotta alla cellulite non si limitano solo a questo:

  • Gran parte degli esercizi  si concentrano su addome, cosce e glutei, le zone più colpite dalla cellulite, migliorandone la tonicità e l’elasticità;
  • La circolazione periferica e  il drenaggio linfatico vengono ulteriormente stimolati dal fatto che si lavora soventemente con le gambe più in alto rispetto al bacino;
  • Attraverso gli esercizi pelvici stimola la peristalsi, combattendo la stitichezza e garantendo una funzione intestinale ottimale;
  • Il lavoro a piedi nudi fa sì che questi esercitino la loro funzione di pompa;
  • Ultimo, ma non meno importante, combatte lo stress, uno dei fattori maggiormente implicati nella genesi di un alterato equilibrio idrico.

Provare per credere!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.